I vantaggi dell'agricoltura biodinamica

Agricoltura biodinamica: i vantaggi della coltivazione sostenibile

La scoperta dell’agricoltura è stata per l’uomo un momento di passaggio fondamentale per lo sviluppo di nuove forme di sopravvivenza e approvvigionamento.

Ecco perché il legame tra agricoltura e ambiente si è fatto via via sempre più stretto: la possibilità di coltivare piante e l’accesso a una fornitura di cibo costante hanno favorito la tendenza dell’uomo a insediarsi e sfruttare l’ambiente per soddisfare i propri bisogni.

Ancora oggi, quello agroalimentare è uno dei settori economici da cui dipende la nostra sopravvivenza. L’aumento esponenziale della popolazione mondiale ha però dato avvio alla diffusione dell’agricoltura intensiva, causa di deforestazione, desertificazione, utilizzo di pesticidi e fertilizzanti sintetici, ecc.

Oggi, la scelta di metodologie di agricoltura sostenibile rappresentano più che mai una necessità.

Tra queste, l’agricoltura biodinamica nasce come metodo produttivo rispettoso dell’ambiente, capace di prendersi cura della terra e di rispettarne i ritmi naturali.

 

Agricoltura biodinamica: cos’è e quali sono i vantaggi

La nascita dell’agricoltura biodinamica è da attribuire a Rudolf Steiner.

Nel 1924, il filosofo formulò la sua teoria sulla biodinamica e contribuì alla diffusione di una filosofia di agricoltura olistica: un metodo di coltivazione basato sul rispetto dell’ecosistema terrestre, in sintonia con i cicli lunari e stagionali.

Gli obiettivi e i principi dell’agricoltura biodinamica la rendono un metodo agricolo destinato a ripristinare e migliorare l’equilibrio all’interno dell’ecologia che ci circonda, rispettando la relazione di armonia tra piante, animali e terra.

Attraverso una coltivazione senza l’utilizzo di fertilizzanti e pesticidi di origine chimica, sostituiti da concimi e fertilizzanti naturali di derivazione animale, questo nuovo approccio produttivo permette di mantenere la terra fertile e in salute.

Vediamo ora quali sono i vantaggi dell’agricoltura biodinamica.

 

Agricoltura biodinamica: vantaggi principali

L’utilizzo di pratiche agricole sostenibili come quella dell’agricoltura biodinamica ha numerosi vantaggi.

La scelta di una metodologia di coltivazione sostenibile che cerca di preservare la relazione tra la terra, la flora e la fauna in modo olistico contribuisce a mantenere il suolo sano, a ridurre l’inquinamento atmosferico e il consumo di acqua, ma anche a migliorare la qualità dei prodotti.

L’agricoltura biodinamica è naturale, sostenibile e riduce l’impatto ecologico, tipico delle coltivazioni tradizionali.

 

Naturale, sostenibile e priva di sostanze chimiche

L’agricoltura biodinamica si basa su un metodo agricolo che promuove la totale sintonia con la natura e che riconosce l’importanza della relazione fra terreno, piante e animali.

L’equilibrio di questa relazione viene messo a dura prova dall’agricoltura tradizionale, caratterizzata dall’abuso di pesticidi chimici e fertilizzanti sintetici responsabili dell’inquinamento dei terreni.

Nell’agricoltura biodinamica viene abolito l’impiego di sostanze sintetiche in virtù di una coltivazione naturale capace di incrementare la vitalità del terreno e di migliorare la qualità dei raccolti.

Com’è possibile promuovere un’agricoltura totalmente naturale?

Grazie a preparati biodinamici a base di minerali, piante, letame e scarti alimentari, degradati e decomposti con l’obiettivo di trasformare il tutto in materia organica capace di nutrire naturalmente il terreno.

 

Rispetta i tempi della natura

L’agricoltura biodinamica è un metodo di coltivazione che si basa sul rispetto dell’intero ecosistema terrestre, si tratta di un approccio olistico che riconosce i tempi della natura e li rispetta senza forzature.

L’idea di base è che la natura non deve essere governata, bensì sostenuta senza accelerare o rallentare i tempi produttivi naturali.

Le coltivazioni biodinamiche seguono il susseguirsi delle stagioni e il movimento degli astri e della Luna: i ritmi cosmici hanno diverse relazioni con la vita sulla terra e le piante sono fortemente influenzate dai cicli lunari, oltre che dall’ambiente circostante.

 

Tutela la fertilità del suolo 

Il metodo biodinamico applicato all’agricoltura presuppone la tutela della vitalità e della fertilità del terreno e quindi l’impiego di prodotti di origine naturale che non danneggiano l’ambiente.

L’uso di fertilizzanti sintetici e pesticidi chimici sono la principale causa dell’inquinamento del terreno. Al contrario, la scelta di sostanze organiche contribuisce alla rigenerazione dell’ambiente, alla salvaguardia del ciclo di fertilità e così anche alla produzione di prodotti finali di qualità eccellente.

Con l’obiettivo di tutelare la fertilità del suolo le aziende agricole biodinamiche, come noi di Menti, si impegnano nella scelta di concimi naturali la cui azione viene esaltata da compost che migliorano la struttura del terreno, la disponibilità di elementi nutritivi e promuovono l’attività microbica.

Oltre al compostaggio organico, considerato uno dei pilastri dell’agricoltura biodinamica, anche la presenza di bestiame d’allevamento all’interno delle coltivazioni è da considerarsi un modo ottimale per dar vita a concimi e fertilizzanti naturali.

 

Favorisce l’agricoltura circolare

Preservare il benessere del Pianeta significa anche favorire una produzione circolare, che applichi un modello agricolo capace di convertire gli scarti in nuove risorse riutilizzabili.

La circolarità del sistema agroalimentare riguarda proprio i fertilizzanti e la capacità del sistema di agricoltura biodinamica di utilizzare, nel processo produttivo agricolo, scarti vegetali ancora ricchi di elementi nutritivi, trasformati in materiale organico nuovo.

La sopravvivenza dell’ecosistema si basa sulla possibilità di sostituire le sostanze chimiche utilizzate nell’agricoltura tradizionale in fertilizzanti organici, capaci di produrre un minor impatto ambientale e raccolti sani e nutrienti.

Il terreno ricco di sostanze organiche garantisce inoltre la salvaguardia di risorse limitate, come quella idrica, e riduce al minimo gli sprechi.

Per contribuire al miglioramento dell’attuale crisi di carenza idrica, abbiamo scelto infatti di utilizzare l’acqua in modo razionale: non irrighiamo i vigneti, spingiamo le radici delle nostre piante a ricercare l’umidità nella profondità del terreno.

I nostri vini racchiudono tutti i vantaggi dell’agricoltura biodinamica.

Vieni a gustare la qualità di una produzione totalmente naturale e rispettosa dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *